Ray-Ban | Luxottica corporate events

2014 - 2018

Spazio Calabiana – Milano, 2015

Il progetto in gara, risultato poi vincitore, prendeva ispirazione da un concept specifico: la metropolitana di New York.
Tale luogo è stato scelto in quanto spazio urbano in cui avviene il contatto tra persone di differente età, estrazione sociale, cultura e provenienza.
La metropolitana è, però, anche il luogo dove avvengono incontri inattesi, situazioni impreviste e forti contrasti, e dunque adatto a rappresentare il carattere iconico, libero e talvolta provocatorio del brand.
Il concept ben si sposava anche con le caratteristiche intrinseche della location, che conserva intatte le sue peculiarità post-industriali.

 

Superstudio – Milano, 2016

Il progetto è nato dalla volontà, espressa e concordata con il brand, di realizzare un allestimento con riferimenti meno espliciti e letterali, ma proiettato verso un futuro più digitale.
I contenuti fisici ed iconici sono stati asciugati in favore di una comunicazione affidata a strumenti digitali, su un fondale costituito da forme nette e linee definite.
La comunicazione delle nuove collezioni è affidata a grandi pareti digitali, costituite da monitor seamless. Ua seconda area più raccolta ospita il racconto dell’innovazione portata da Luxottica al mondo delle lenti da vista, proiettando il visitatore in un ideale laboratorio di ricerca.

 

Stabilimento Luxottica – Sedico, 2017

Per la prima volta i Luxottica Days si sono svolti in uno stabilimento operativo Luxottica. La volontà è stata quella di rafforzare l’immagine industriale della location, anzichè nascondersi da essa.
L’avvicinamento alla fabbrica è stato compiuto attraverso la scelta di materiali “ruvidi”, come la rete elettrosaldata utilizzata come chiusura orizzontale dell’area centrale, o i tubi al neon a vista, scelti per retroilluminare le sagome dei modelli della collezione Blaze.
Grande importanza è stata data alla comunicazione digitale, attraverso l’uso di schermi oversize, che potenziassero la spettacolarità della nuova campagna.

 

Villa Erba – Cernobbio, 2017

Il progetto è stato sviluppato in modo da costruire un percorso a tappe che permetta al cliente di concentrarsi sui temi cari al brand.
Un primo focus, visibile già dall’esterno, è impostato sul nuovo tv commercial, comunicato attraverso un grande ledwall curvo: fin da subito il cliente si sente immerso nel mondo Ray-Ban.
Proseguendo lungo il percorso si trovano le collezioni Optical, ancora in primo piano, e la parete dedicata alla partnership con Ferrari.
L’ultima tappa, volutamente in contrasto con il resto del booth, racconta la storia dell’iconico Aviator, attraverso una comunicazione di ispirazione museale: un riferimento, suggerito e non letterale, alla presenza di tale modello in mostra al MoMA di New York, nel prossimo futuro.

error: © Copyright